FederSupporter e AVIS per uno sport più sano

L'Avv. Rossetti sullo 'Stadio della Roma'
 

Stadio Flaminio: iniziati i lavori di riqualificazione

12 novembre 2018 - Stadio Flaminio: iniziati i lavori di riqualificazione

“Con la rimozione di oggetti e arredi improvvisati portati lì dai senza tetto che lo avevano occupato, dopo anni di abbandono sono iniziati i lavori di riqualificazione dello stadio Flaminio, teatro di aggressioni e omicidi - Daniele Leone/LaPresse /LAPRESSE - CorriereTv “.

Con riferimento alla suddetta notizia di stampa dell’8 novembre scorso, riceviamo e volentieri pubblichiamo le seguenti note dell’Arch Ettorte Maria Mazzola, Associate Professor of the Practice The University of Notre Dame School of Architecture Rome Global Gateway

Cosa si intende "lavori di RIQUALIFICAZIONE"??
A quanto sembra stiano semplicemente rimuovendo i materiali della "discarica improvvisata" causata dall'assurdo abbandono di uno dei gioielli di Pier Luigi Nervi ... tra l'altro uno "stadio urbano"!!!

Per il momento accogliamo con piacere quest'opera di pulizia sperando in una successiva vera riqualificazione ... ma per farne cosa?

La nostra città infatti, grazie alla delibera della ex giunta Marino-Caudo, nonché  grazie al comportamento della giunta Regionale piddina e dell'attuale giunta pentastellata, è sempre più convinta (nonostante le indagini e gli arresti in corso) a voler puntare sulla realizzazione di una vergogna suburbana ed illegale, piuttosto che riportare in vita il Flaminio e consentire ai romani di andare allo stadio a piedi ... oltre che a non spendere le centinaia di milioni pubblici necessari per adeguare strade e ferrovie indispensabili per rendere possibile quell'assurdo capriccio privato di Tor di Valle!

Per chi fingesse di non saperlo, la "Legge per gli Stadi" suggerisce come "prima scelta" l'ammodernamento, l'adattamento, la ristrutturazione, l'ampliamento degli stadi preesistenti (vedere Udine, Reggio Emilia, Bergamo, Cagliari, ecc.), piuttosto che la realizzazione di nuove strutture. ...

Cari romani che amate Roma, riflettete sul fatto che, se il Flaminio versa in queste tristi condizioni, una volta realizzato quello a Tor di Valle, l'Olimpico farà la stessa fine" Inoltre, se il capriccio (nemmeno definibile "romanista", visto che lo stadio non sarebbe della Roma) venisse accontentato, Lotito pretenderà di fare altrettanto per la Lazio ... anzi, se non lo sapete, lui è già pronto e attende furbescamente! 

Ufficio Stampa

 

 

 

 

 

 

 


Il CASO ENTELLA

Roma 9 novembre 2018 -Il Caso Entella: (IN)giustizia è fatta

Il TAR del Lazio, con recente Ordinanza, ha respinto l’istanza cautelare presentata dalla Società di calcio Virtus Entella per l’ammissione al Campionato di Calcio di Serie B.

La decisione è così motivata :” In disparte ogni valutazione alle eccezioni di inammissibilità del ricorso, da effettuarsi nella più appropriata sede di merito, nell’esame dell’istanza cautelare proposta dalla ricorrente, deve assegnarsi preminenza, allo stato, all’interesse alla prosecuzione ed al regolare svolgimento del campionato in corso…..anche l’auspicata ammissione al campionato di Serie B in corso a seguito della penalizzazione del Cesena, in attuazione della pronuncia del Collegio di Garanzia del CONI, n. 60/2018, negata con i provvedimenti impugnati, non costituirebbe una conseguenza immediata e diretta dell’accoglimento dell’istanza della ricorrente, essendo rimessa in ogni caso alla Federazione la valutazione in ordine alle conseguenti determinazioni da assumere”. 

Ciò premesso, con la prima motivazione  si certifica che sulle ragioni di diritto prevale la ragion di Stato che consiste “ nell’interesse alla prosecuzione e al regolare svolgimento del Campionato in corso”.

Laddove l’aggettivo “ regolare” suona, persino, beffardo, posto che il Campionato in corso è tutto fuorchè regolare.

Con la seconda motivazione si declassa e degrada un diritto, quale quello riconosciuto dal Collegio di Garanzia del CONI ( la Cassazione dell’Ordinamento sportivo), ad un mero auspicio ( auspicata ammissione al campionato).

In sostanza, l’intervento del Giudice amministrativo , invece di essere finalizzato al ripristino della legalità violata,  legalizza l’illegalità.

Viene, altresì, sostanzialmente estesa la sola tutela risarcitoria, che la Corte Costituzionale ( Sentenza n. 49/2011) ha previsto per le sanzioni disciplinari sportive ritenute illegittime, anche agli atti normativi regolamentari delle Federazioni, quali, come nel caso di specie, l’ammissione ai Campionati, nei cui confronti, viceversa, sussiste una giurisdizione piena del Giudice Amministrativo, implicante principalmente la tutela demolitoria dell’atto ritenuto illegittimo.

Non resta, dunque, alla Virtus Entella ed ai suoi tifosi che tentare di ottenere un, d’altronde, incerto , difficoltoso e, con ogni probabilità, insufficiente ed insoddisfacente risarcimento dei danni che sono, non solo patrimoniali, ma anche esistenziali, di immagine e morali.

 

Avv. Massimo Rossetti

 

 


Consiglio di Stato o Ragion di Stato ?

 Roma 6 novembre 2018 -Composizione dei Campionati di Serie B e Lega PRO: Consiglio di Stato o Ragion di Stato ?

La composizione dei Campionati di Serie B e Lega Pro si sta, sempre di più, trasformando in una interminabile “ fiction” che, per certi versi, ricorda la pubblicità che, una volta, si faceva  della programmazione di taluni film : “ Fughe, inseguimenti, duelli, colpi di scena”.

E, infatti, dopo che il TAR del Lazio, con ordinanza n. 06359 del 23 ottobre scorso,  aveva stabilito la sospensione, in via cautelare, dell’efficacia sia della decisione del Tribunale Federale Nazionale della FIGC, pubblicata l’1 ottobre scorso, sia della delibera assunta dal Commissario Straordinario della stessa FIGC, il Consiglio di Stato, con decreto del 27 ottobre scorso, accogliendo il ricorso avverso la predetta ordinanza presentato dalla Lega Calcio di Serie B, ha sospeso gli effetti di tale ordinanza ed ha fissato, per la discussione nel merito, la Camera di consiglio del 15 novembre prossimo.

Leggi tutto...



Perchè Iscriversi a FEDERSUPPORTER

Leggi tutto →

Per iscriversi a Federsupporter, occorrono solo due passaggi:

 

1) compilare il modulo di iscrizione che potete trovare qui

2) versare la quota associativa annuale di 20 euro tramite bonifico bancario o pagamento Sicuro OnLine tramite Carta di Credito

 

Il 10% della quota di iscrizione verrà destinato alla Onlus "proRETT ricerca" (www.prorett.org)

Potrai richiedere copia dei volumi editi da FederSupporter al costo preferenziale di 10 euro invece dei 20 euro .