E' uscito il nuovo libro di Alfredo Parisi, acquistalo online

FederSupporter e AVIS per uno sport più sano

L'Avv. Rossetti sullo 'Stadio della Roma'
 

Stadio Flaminio e politica: teniamo lontano i cittadini.

5 dicembre 2018-

Cari Amici,

è con profondo rammarico che Vi comunico lo scioglimento del Comitato Promotore del Progetto Flaminio, al quale, con sincero entusiasmo,  avete dato tutto il Vostro supporto.

Nella riunione del 26 novembre scorso del Comitato, così come previsto dall'Accordo sottoscritto il 25 luglio 2017, è stato deliberato lo scioglimento del Comitato stesso,  ai  sensi  dell'art. 6, comma 2, dell'Accordo " per l'impossibilità" di raggiungere lo scopo per il quale ci eravamo costituiti.

Purtroppo, tutti i nostri sforzi per cercare un dialogo costruttivo con le Autorità Comunali e Municipali sono stati resi vani dall'atteggiamento di noncuranza verso tutte le istanze  che ci eravamo preoccupati di far loro pervenire e dal silenzio che ha costantemente fatto seguito alle nostre reiterate richieste di incontri e dialoghi.

Resta l'amarezza di non essere riusciti a far percepire il valore sociale della nostra iniziativa  e di aver lasciato che  tutte le nostre idee, presentate in varie occasioni  ed ora raccolte e fatte proprie dalle Istituzioni comunali, si colorassero politicamente, per essere poste al servizio di interessi particolari.

Su questo piano non abbiamo ritenuto possibile proseguire più oltre, per il rispetto di tutti coloro che, spontaneamente, hanno creduto  in noi.

Grazie per la Vostra vicinanza e per  l'impegno che avete profuso nella diffusione " porta a porta" dell’iniziativa  diretta ad acquisire le firme di chi condivideva il nostro/vostro Sogno.

Roma non è più dei cittadini, ma è solo " cosa loro" !


Alfredo Parisi

 


Un parere "catastrofico"

6 dicembre 2018Tor di Valle: il parere del Politecnico di Torino. Come Volevasi Dimostrare . 

Oggi plurimi organi di informazione  (vedasi, in particolare, “Il Tempo” e “ Il Fatto Quotidiano”) danno la notizia che il Politecnico di Torino, richiesto dal Comune di Roma di un parere sulla viabilità relativa al Progetto Tor di Valle, avrebbe affermato ( parole riportate tra virgolette) che  si sarebbe in presenza, in coincidenza di un evento sportivo, di un “ quadro catastrofico”.

Peraltro, tale parere, ove fossero confermate le suddette notizie di stampa, ribadirebbe in pieno quanto già rilevato in sede di Conferenza di servizi decisoria da parte dei competenti Uffici Tecnici del Ministero dei  Trasporti e quanto emerso nell’Ordinanza del Tribunale di Roma dell’11 giugno scorso.

Ordinanza  da me richiamata nelle Note sull’argomento del 21 novembre scorso (cfr. www.federsupporter.it) e di cui, in questa sede,  trascrivo, nuovamente, il brano che segue : “ Un metodo corruttivo finalizzato a realizzare profitti al massimo grado incurante dei danni sociali che esso provoca, come si evince dalle conversazioni intervenute in relazione alla possibile eliminazione di una infrastruttura nel progetto stadio( il ponte sul Tevere)- che nelle simulazioni effettuate sarebbe stato necessario per la viabilità sulla via del mare- nelle quali uno dei due interlocutori invita l’altro a dissimulare tale circostanza in sede di riunioni con i rappresentanti del Comune”.

Per queste ragioni, nelle mie citate Note , mi ero espresso sull’inutilità del parere richiesto al Politecnico di Torino, in quanto esso non avrebbe potuto che confermare         quanto già chiaramente emerso, meno che, evidentemente, per il Comune di Roma, alla spasmodica  ricerca di espedienti, meramente dilatori e diversivi, pur di portare avanti il Progetto ad ogni costo, incurante  di ogni contrario parere tecnico e della sua palese contrarietà all’interesse pubblico.

A maggior ragione, dunque, fallito, come sembra, anche quest’ultimo, disperato escamotage, al Comune di Roma ed alla Regione Lazio  non resta che ottemperare, per quanto di rispettiva competenza,   alle formali diffide  ad essi inoltrate il 2 novembre scorso ( le diffide sono state ricevute il 6 dicembre scorso) da parte di Federsupporter  e delle Associazioni “Salviamo il Paesaggio Roma e Lazio” , “ C.A.L.M.A.”, “Comitato Pendolari Roma e Lazio”.

Quanto sopra, per l’adozione, senza indugio, di provvedimenti cautelari in autotutela di sospensione dell’efficacia degli atti finora adottati ed adottandi nell’ambito del procedimento amministrativo per l’esame ed eventuale approvazione del Progetto Tor di Valle.

Ciò, ai sensi e per gli effetti dell’art. 328, comma 2 ( Omissione di atti d’ufficio) CP e, in particolare per quanto riguarda il Comune di Roma, ai fini della non adozione di variante urbanistica.

Si esprime, infine, riserva di ulteriori approfondimenti e commenti in merito al parere del Politecnico di Torino, una volta che, in ossequio al principio di trasparenza dei procedimenti e degli atti amministrativi, tale parere sarà stato pubblicato dal Comune di Roma, esprimendosi, altresì, riserva di ricorrere, in difetto di pubblicazione, alle norme vigenti in materia di accesso ai predetti atti.

Avv.Massimo Rossetti

 


Pallone ed onorabilità: quali limiti?

29 novembre 2018 -L’onorabilità nel pallone.

Più volte Federsupporter si è occupata nel tempo delle disposizioni, via via mutevoli e mutate, dell’ordinamento sportivo calcistico in tema di onorabilità  di coloro i quali ricoprono cariche apicali nelle Istituzioni e nelle società di calcio.

L’argomento si ripropone ora all’attenzione con riferimento alla notizia che, nei confronti del Presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, nell’ambito di una indagine penale per le ipotesi di reati di appropriazione indebita, truffa, emissione ed utilizzo di fatture false, autoriciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, è stato eseguito, su richiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma, un decreto di sequestro di beni mobili e di utilità finanziarie per un importo complessivo di 2,6 milioni d euro.

Associati per leggere il seguito...



Perchè Iscriversi a FEDERSUPPORTER

Leggi tutto →

Per iscriversi a Federsupporter, occorrono solo due passaggi:

 

1) compilare il modulo di iscrizione che potete trovare qui

2) versare la quota associativa annuale di 20 euro tramite bonifico bancario o pagamento Sicuro OnLine tramite Carta di Credito

 

Il 10% della quota di iscrizione verrà destinato alla Onlus "proRETT ricerca" (www.prorett.org)

Potrai richiedere copia dei volumi editi da FederSupporter al costo preferenziale di 10 euro invece dei 20 euro .