E' uscito il nuovo libro di Federsupporter

Da Repubblica.it:
Calcio, Parisi, "Le società padronali sono fuori mercato: coinvolgano i tifosi"

Vedi il video 

 

Il Calcio ed il Protocollo del 4 agosto 2017 tra errori ed ignoranze.

24.08.2017 - Il Calcio ed il Protocollo del 4 agosto 2017 tra errori ed ignoranze.

L’afoso agosto 2017 ha celebrato l’ennesimo tentativo di strumentalizzare il calcio ed i suoi tifosi in un dichiarato tentativo (a scadenza triennale!) di rivedere la  “strategia” che, dal 2007 ad oggi, ha caratterizzato la tessera del tifoso, ignorando  l’impianto normativo e regolamentare (sia nazionale sia europeo) e, soprattutto, le prese di posizione della giurisprudenza.

L’analisi del Documento, elaborata dall’Avv. Massimo Rossetti, riportata in allegato, ha posto in evidenza carenze e contraddizioni degli estensori che, oltre ad introdurre figure nuove e difficilmente inquadrabili in termini organizzativi e  di responsabilità (mediatori, referenti tamburi),  hanno completamente ignorato:

a)      che la figura degli steward è regolamentata ex lege, oltreché dalle Linee Guida dell’Osservatorio del 2014;

b)      che gli incarichi e le responsabilità  degli SLO devono essere segregati funzionalmente e, quindi, non possono essere coinvolti nella gestione delle “incombenze legate al ticketing”;

c)      che la ticketing policy è regolamentata, anche e soprattutto,  dalla Raccomandazione del Consiglio d’Europa (Strasburgo, 31 gennaio 2002), così come riportata dall’Osservatorio.

Ed inoltre hanno stabilito che la tessera del tifoso, nel percorso descritto nel Protocollo, può essere reintrodotta  ad insindacabile giudizio dell’Osservatorio  e che alle società è data  la facoltà, chiaramente contra legem, di imporre condizioni vessatorie ai tifosi nell’acquisto di biglietti e/o abbonamenti.

Ma ciò che desta maggiore preoccupazione è la sistematica ESCLUSIONE  dei tifosi da ogni e qualsiasi ruolo, anche da semplice auditore, tra i soggetti che dovrebbero essere interessati agli incontri “tutti i partners e gli stakeholders coinvolti per una migliore gestione della stagione calcistica” che dovrebbero fare le Autorità provinciali di Pubblica Sicurezza.

Ancora una volta si è persa l’occasione di coinvolgere coloro che costituiscono i veri protagonisti del sistema calcio, sia in qualità di finanziatori, sia in qualità di consumatori.

Tutto va bene se è a loro DANNO!

Alfredo Parisi


LA SAGA KEITA

21.08.2017La “Saga Keita” e la tutela degli interessi contrapposti della Società e del giocatore, nonché degli interessi dei tifosi e degli azionisti,  sono chiariti nell’allegata Nota dell’Avv. Massimo Rossetti che, in  un corretto ed imparziale equilibrio, nel contesto normativo, sportivo, civile, giuslavoristico e penale, illustra le posizioni dei due “ contendenti”, nonché tutti i loro possibili riflessi 

Così, ad ogni lettore vengono  forniti gli strumenti per valutare, in modo del tutto indipendente, eventuali torti ed eventuali  ragioni di tutte le  parti in gioco.

A corredo della disamina, è riportata anche una riflessione “de jure condendo” circa lo stato attuale dei  calciatori, quali  lavoratori dipendenti ed un possibile, diverso inquadramento dei loro rapporti con le società sportive. 

Ufficio Stampa

Allegati:
Scarica questo file (Ancora sul caso Keita.doc)Ancora sul caso Keita.doc[ ]93 kB

Tessera del tifoso addio: meglio tardi che mai

Roma, 3 agosto 2017

Tessera del tifoso addio: meglio tardi che mai

Con ampio risalto mediatico è stato annunciato, oggi, 3 agosto, che domani, 4 agosto, si terrà una Conferenza stampa presso la FIGC, da parte del Presidente della stessa FIGC, del Presidente del CONI, del Ministro dell’Interno e del Ministro per lo Sport, in cui verrà presentato un Protocollo d’intesa sulla fruizione degli stadi di calcio.

In attesa della predetta Conferenza, è stato già anticipato ( cfr.,ex plurimis, l’articolo “Tessera del tifoso addio” di Emiliano Bernardini su “Il Messaggero”, pag. 29, di oggi) che la tessera del tifoso, dal mese di settembre prossimo, non  sarà più necessaria per l’acquisto di abbonamenti e biglietti, anche per partite in trasferta.

Leggi tutto...



Perchè Iscriversi a FEDERSUPPORTER

Leggi tutto →

Per iscriversi a Federsupporter, occorrono solo due passaggi:

 

1) compilare il modulo di iscrizione che potete trovare qui

2) versare la quota associativa annuale di 20 euro tramite bonifico bancario o pagamento Sicuro OnLine tramite Carta di Credito

 

Il 10% della quota di iscrizione verrà destinato alla Onlus "proRETT ricerca" (www.prorett.org)

Potrai richiedere copia dei volumi editi da FederSupporter al costo preferenziale di 10 euro invece dei 20 euro .