FederSupporter e AVIS per uno sport più sano

L'Avv. Rossetti sullo 'Stadio della Roma'
 

Flaminio Comunicato stampa

27 settembre 2018 -Comunicato Stampa

Stadio Flaminio : Dichiarazioni dell’Assessore allo Sport del Comune di Roma.

Come riportato da alcuni organi di informazione, l’Assessore allo Sport del Comune di Roma, Frongia,  ha dichiarato che nelle prossime settimane sarà portata a compimento la bonifica dello Stadio Flaminio e delle aree limitrofe e che si stanno stringendo i tempi con il CONI e la FIR ( Federazione Italiana Rugby) ai fini di un progetto definitivo, che partirà in un tempo congruo di mesi, per la destinazione e utilizzazione dello Stadio.

Nel prendere atto di tali dichiarazioni, con l’auspicio che, questa volta, alle parole seguano i fatti, si ricorda che l’opera di bonifica dello Stadio Flaminio e delle zone limitrofe è stata  portata avanti grazie all’impegno ed alle iniziative di Federsupporter, in unione con l’Istituto di Credito Sportivo, in persona del suo Presidente, Dr. Andrea Abodi, ed il II Municipio.

Opera di bonifica culminata nella giornata del 21 aprile scorso in cui, grazie anche all’Associazione Retake, si è proceduto alla ripulitura delle aree circostanti lo Stadio, nonché a manifestazioni sportive, artistiche, socio-culturali.

Per quanto riguarda l’annunciato Progetto del Comune con il CONI e la FIR, ci si riserva ogni valutazione quando tale Progetto sarà stato messo a punto e reso pubblico.

Si ribadisce, in ogni caso, che qualunque progetto deve porsi l’obiettivo di fare dello Stadio e delle aree circostanti una primaria struttura ai fini della pratica sportiva e del più vasto utilizzo sociale da parte di tutti i cittadini nel più ampio spazio temporale possibile.

A questo proposito, si sottolinea che un progetto di trasformazione dello Stadio in un “ Hub” diffuso, con focus nel Quadrante Nord di Roma, è già contenuto nel “ Piano Industriale per Roma” del 23 novembre 2017, tra il Ministero dello Sviluppo Economico, la Regione Lazio, il Comune di Roma, nonché Associazioni datoriali ed Organizzazioni sindacali.

Il Piano ha destinato ad interventi per lo sport, tra i quali quelli relativi al Progetto concernente lo Stadio Flaminio, 124 mln di euro già individuati.

Il progettato  “Hub”, la cui fattibilità tecnica ed esecutiva era indicata nel febbraio/marzo 2018, prevede che esso includa un centro commerciale, ristoranti, aree verdi, campi e musei sportivi, una biblioteca , “ raggiungendo l’obiettivo di aggregare un ampio bacino di cittadini sotto interessi ed attività tra loro anche molto diversi”.

Si ricorda, infine, che secondo l’art. 2, comma 5, dello Statuto del CONI, la dimensione economica dello sport deve essere conciliata con la sua “inalienabile dimensione popolare, sociale, educativa e culturale”.

 

Ufficio Stampa


Governo del calcio o” P&P Associated”?

                                                                         

 24 settembre 2018 -Governo del calcio o” P&P Associated” ( Potere e Poltrone associate) ?

Di nuovo si sente ( risente) parlare di riforme del sistema calcio, sbandierate da anni e mai realizzate.

Cosa che fa pensare alle parole  di Tancredi, personaggio del Romanzo “ Il Gattopardo” e, cioè:” Se vogliamo che tutto rimanga com’è, bisogna che tutto cambi”.

La triste realtà è che, come al solito, ciò che, unicamente o prevalentemente, sembra interessare i padroni del pallone è l’accaparramento di potere e poltrone. 

Tant’è che,  in maniera figurata ma plastica, la FIGC, di cui deve essere rinnovato il governo, più che una Federazione sportiva, potrebbe definirsi una “P&P Associated” ( Potere e Poltrone Associate).

Leggi tutto...


La giustizia nel calcio : lotteria o gioco dell’oca.

Comunicato Stampa Club Roccarossoverde- Federsupporter

La giustizia nel calcio : lotteria o gioco dell’oca.

La vicenda  che coinvolge la Nostra ed altre 5 Società  ( FC Pro VFercelli, Ternana Calcio, Robur Siena, Novara Calcio, Calcio Catania, Virtus Entella) sta ormai assumendo i connotati  di una farsa.

Un vero e proprio gioco dell’oca dove si ritorna sempre al punto di partenza senza mai proseguire il percorso fino al traguardo.

Le recenti decisioni degli Organi della giustizia sportiva ( Tribunale Federale Nazionale, Collegio di garanzia del CONI) e statale ( Tar del Lazio) si presentano come i risultati di una vera e propria lotteria, dove però chi tiene il banco” bara”.

Si assiste, infatti,  ad un continuo andirivieni di decisioni senza che nessuna di esse  sia , finora entrata nel merito delle questioni.

Un caso tipico, quindi, di giustizia denegata e contraria ad un principio fondamentale e fondante di qualsiasi ordinamento, sia esso settoriale sia esso generale,  quale quello della certezza del diritto.

Un tipo di giurisdizione che rende praticamente impossibile decisioni di carattere ripristinatorio della legalità violata, poiché, soprattutto, nel caso, come quello che stiamo vivendo, i provvedimenti ripristinatori della legalità sono destinati ad intervenire quando, ormai,  avranno  esaurito tutti i loro  effetti.

Decisioni, atteggiamenti e contraddizioni che  hanno colpito le singole Società, ma, soprattutto, i loro tifosi, unici soggetti destinatari nel sistema calcio  solo di obblighi.

ORA BASTA !

Chiediamo, a  voce alta il rispetto dei nostri diritti , morali e civili prima ancora che economici.

Quel rispetto che solo un urgente  intervento del Governo può  assicurare per il ripristino della legalità e della certezza del diritto: ristabilire  la composizione a 22 squadre del Campionato di Serie B  .

Situazioni come quella che ci vede coinvolti lede, prima di tutto, il principio stesso, statutariamente previsto dal CONI,  in forza del quale la dimensione economica dello sport deve essere conciliata  con la sua “ inalienabile dimensione popolare, sociale, educativa e culturale .

E’ questa dimensione che impone il rispetto dei diritti  di milioni di tifosi  che vedono  minacciata  da queste assurde, illegali  decisioni, una pacifica e serena convivenza all’insegna dei valori dello sport.

Fateci credere ancora in uno sport ed in una giustizia sportiva puliti !

24 settembre 2018



Perchè Iscriversi a FEDERSUPPORTER

Leggi tutto →

Per iscriversi a Federsupporter, occorrono solo due passaggi:

 

1) compilare il modulo di iscrizione che potete trovare qui

2) versare la quota associativa annuale di 20 euro tramite bonifico bancario o pagamento Sicuro OnLine tramite Carta di Credito

 

Il 10% della quota di iscrizione verrà destinato alla Onlus "proRETT ricerca" (www.prorett.org)

Potrai richiedere copia dei volumi editi da FederSupporter al costo preferenziale di 10 euro invece dei 20 euro .